LUTERO E L’ORIGINE DEL NOME “PROTESTANTE”

la dieta di Spira (1529)


Lutero - Opera di Cranach il Vecchio (1522)

Il nome protestante con il quale si indicano spesso anche oggi (in modo inappropriato) coloro che hanno abbracciato la Riforma, è nato a conclusione della dieta di Spira del 1529 (l’anno prima della dieta di Augusta, di cui ho già parlato il 5 novembre). Lutero, in quanto bandito dall’impero, non fu mai presente alle diete che trattavano le questione relative alla Riforma.

Alla dieta di Spira del 1529, dove c’era una prevalenza di cattolici, venne ripresa la condanna espressa a Worms contro lo spirito religioso luterano. Inoltre, ai principi che avevano abbracciato la nuova confessione religiosa, venne proibito di secolarizzare le proprietà della chiesa. Giovanni di Sassonia, Filippo d’Assia, Giorgio di Brandeburgo, Ernesto di Lüneberg, Wolfgang d’Anhalt e quattordici città libere sottoscrissero un documento di protesta (protestatio) contro le decisioni della dieta. La nuova religione aveva trovato il suo nome. Nessuno di coloro che aveva seguito Lutero voleva essere chiamato luterano, né tanto meno protestante. I riformati, anche oggi, si definiscono evangelici.

Lorenzo Cortesi